Milano (Lat)IN Festival

Quella appena terminata è stata una settimana particolarmente ricca per quanto riguarda la musica brasiliana a Milano.

Martedì 25 c’è stato il concerto di Claudia Leitte nell’ambito del “Milano Latin Festival”, erede del celeberrimo “Latinoamericando” che per tanti anni si è svolto nell’area del Forum di Assago.

Durante il weekend invece, si è svolto il “Milano In Festival” che ha visto lo show di Ivete Sangalo, venerdì 28 e quello di Netto Gasparzinho sabato 29. Il Milano In Festival si è chiuso ieri col concerto del gruppo cubano Gente de Zona, mentre il Latin festival andrà avanti fino a ferragosto, anche se quest’anno è stato particolarmente avaro di artisti brasiliani.

Risultato finale: un mezzo flop dal punto di vista dei numeri, nonostante la notorietà indiscutibile di Claudia Leitte e Ivete Sangalo.

Ero presente al concerto dell’ex front woman del gruppo Babado Novo e posso testimoniare che l’area concerti era piena nemmeno a metà, nonostante il fatto che, intorno alle 22:00 abbiano cominciato a regalare i pass per il concerto in abbinamento a birre e cocktail e che, a concerto appena iniziato abbiano definitivamente rimosso le transenne consentendo l’ingresso a tutti, senza il minimo rispetto per i tanti che, come me, avevano pagato il biglietto a prezzo pieno.

20170726_000015

Lo show in compenso è stato discreto. L’artista ha abbinato pezzi della sua carriera solista a brani del Babado Novo, inframmezzandoli però, con assurde quanto inutili cover. Quando ha attaccato con una cover di Despacito (!) non ne ho potuto più e mi sono allontanato in direzione del bar.

Non ero presente agli show del “Milano In Festival”, ma mi è stato riferito che, per Ivete Sangalo le presenze siano state al di sotto delle aspettative. Anche in questo caso pare che l’organizzazione abbia consentito l’apertura dei varchi permettendo a tutti l’accesso ai settori migliori, scatenando l’ira dei paganti. La stessa Ivete pare che si sia rivolta verso il pubblico per chiedere di non accalcarsi, essendosi resa conto della enorme presenza di gente nell’area vip.

Su Netto Gasparzinho, meglio non infierire. Fonti ufficiose mi hanno riferito che i presenti fossero addirittura meno di cento e che lo show abbia avuto inizio a mezzanotte proprio nella speranza di attirare anche gli ultimi ritardatari. Anche qui numerosi ingressi sono stati regalati. Io sono stato nell’area food antistante l’area concerti fino alle 21:00 e quando sono andato via c’era una desolazione davvero sconfortante.

Resta da capire quali possano essere state le cause di questi flop. Se Netto Gasparzinho paga la sua scarsa fama da questa parte dell’oceano e il fatto di essere stato inserito nella stessa settimana di due big del calibro di Claudia Leitte e Ivete Sangalo, resta difficile da spiegare la mezza debacle di queste ultime. Forse un calendario troppo fitto che costringeva a fare delle scelte o forse il periodo fortemente estivo e vacanziero.

Personalmente ritengo che le pecche dell’organizzazione, per entrambi i festival, siano evidenti. Se da un lato la scarsa risonanza mediatica data agli eventi può aver portato ad una partecipazione al di sotto delle aspettative, dall’altro, il fatto di aver tentato di correre ai ripari regalando ingressi e mostrando una completa mancanza di rispetto per gli spettatori paganti, non ha fatto altro che peggiorare il clima. Se per uno spettacolo si vendono molti meno biglietti del previsto, o si fa lo spettacolo per quei pochi che hanno pagato o lo si annulla rimborsando gli acquirenti.

Almeno questo è il mio parere.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...